Com’era, e come la rivuole Ferrara.

Galleria Immagini

La facciata della Cattedrale

La chiesa cattedrale è giunta alla realtà attuale attraverso l’avvicendarsi dei secoli di aggiunte, modifiche e restauri che ne hanno variato l’aspetto esterno e completamente mutato l’assetto interno. Nel suo complesso, le modifiche più significative che hanno mutato l’aspetto interno della chiesa  sono state quelle in epoca quattrocentesca dovute all’intervento rossettiano nella zona absidale , quelle seicentesche realizzate da Luca Danesi  nel transetto e quelle di totale ristrutturazione condotte da Francesco Mazzarelli negli anni 1712-1728 su commisione del Cardinal Tomaso Ruffo.

L’esterno della cattedrale quale oggi si vede è il risultato di tutto un insieme di modifiche ed inserimenti che stratificandosi, fino alla ricostruzione della facciata con tre timpani allo stesso livello, hanno reso notevolmente complessa la lettura delle stato architettonico originario.

Il Timpano del Giudizio Universale

Nel TIMPANO sopra la loggetta del protiro è raffigurato il Giudizio Universale. Al centro la Maiestas Domini, il Cristo risorto in trono con Bibbia sul ginocchio sinistro, avvolto dalla mandorla di luce apocalittica, è affiancato da due Angeli con la lancia e i chiodi della crocefissione e la croce del martirio: ai lati inginocchiati in adorazione Maria Vergine e San Giovanni Evangelista.